Bellissimo giardino in 3 passi

Bellissimo giardino in 3 passi

Se il tuo prato comincia a sembrare un’ erboso Matt Brown, ci sono un paio di cose che puoi fare per zappare il tuo prato e per evitare di dover fare così negli anni successivi!

Che cos’è la sterpaglia esattamente?

La sterpaglia cresce con le erbacce e le radici rovinano tuo prato naturale. È come quel fastidioso strato di schiuma di sapone in un lavandino o una vasca proprio e nessuno vorrebbe immergersi in una vasca sporca, nessuno vuole trattare con un prato di paglia di anno in anno.

Come levare la sterpaglia?

Bellissimo giardinoIn primo luogo dovresti determinare il momento giusto di anno per zappare. Questo dipende interamente dal tipo di erba che hai in casa così come il tipo di clima dove vivi. Di solito, tarda primavera e inizio estate è il momento migliore per la calda stagione erbe come quelle in posti tipo Bermuda, Buffalo e Zoysia. Erbe che sono considerate di stagione fresca, come l’erba blu, festuca e di loglio, hanno bisogno di essere zappate in inizio di caduta. Diffondere le graminacee quali zoysia e bermuda, tendono ad accumularsi e creare più paglia. Trovare che il giusto Vertikutierer non è facile. Se il terreno è argilloso, è di sabbia, spesso umido e freddo, o acidi, la sterpaglia è più probabile che sia un problema.

Prima di iniziare!

Prima di iniziare l’arieggiatura, è meglio prendere in considerazione il fatto che non può essere molto dura su un prato. Per evitare che il tuo prato viene distrutto per tempi più lunghi del necessario, la sterpaglia deve essere fatta al momento opportuno per consentire un recupero ottimale. Mai zappare se vi è un periodo di siccità o una ondata di caldo.
Assicurati di zappare annualmente se il tuo prato sembra produrre una grande quantità di paglia. questo riduce il carico di lavoro straordinario, rendendo il lavoro meno faticoso. Cercare di non innaffiare troppo o sovra-fertilizzare il prato in modo che non ci sia più sterpaglia. Quando ti metti a falciare il prato, assicurati di non tagliare l’erba troppo vicina.

Dovrei noleggiare un giardiniere?

Tutto è possibile se il tuo prato è piccolo e non ti dispiace dover spostarti lontano per una buona quantità di tempo. L’erba può essere rimossa manualmente con un buon rastrello normalmente utilizzato per le foglie o Rasenmäher für Privatanwender, riempiendo di paglia il rastrello. Rastrella fino terreno compattato che giace al di sotto del manto erboso e sbarazzatene.
Se preferisci evitare il lavoro da solo, allora puoi assumere anche qualcuno che possa aiutarti. Potrai anche avere un prato lacunoso, ma ne vale la pena. Potrai anche noleggiare uno zappatore se proprio no vuoi fare fatica.…

L’eccellenza di argomento tabù

Quanto grande è grande abbastanza?

Il pene é formato da due coppie di corpi cavernosi cosi come da spaiati tessuti erettili dell´uretra ( pars spongiosa penis). Il tessuto erettile é coperto da una spessa capsula di tessutto connettivo (Tunica albuginea).
donneLe fibre della Tunica albuginea si annidano attorno al corpo cavernoso, e formano qui un rivestimento a tipo di rete e mantengono il membro insieme. Il corpo cavernoso ed il tessuto erettile dell´uretra si tengono insieme in un tessuto fibroso, la cosiddetta fascia di Buck. Il tessuto attorno al pene ed al corpo cavernoso dell´uretra forma una rete con molte cavitá. Le cellule vascolari dell´epitelio riempiono queste cavitá le quali sono divise le une dalle altre tramite le trabecole. Queste ultime sono composte da piatte fasce muscolari cosi come da una esterna matrice cellulare ( Elastina, Collagene e Fibroblasti).
Il pene é vascolare, principalmente nell´arteria pudenda interna, la quale si divide in arteria intestinale ed arteria del pene. L´arteria del pene si divide a sua volta in arteria bulbare ed arteria uretrale ( posteriore e cavernosa spongiosa). L´arteria cavernosa entra nel corpo cavernoso e si estende lungo il pene e si divide infine in vari rami, le cosidette arterie a spirale. Queste arterie a spirale si estendono nel tessuto erettile. Se vuoi saperne di piú riguardo il membro erettile maschile clicca qui. Il drenaggio venoso del corpo cavernoso avviene attraverso tre sistemi di drenaggio, uno superficiale, uno intermedio e dun sistema profondo venoso. Le vene che si trovano in profonditá drenano il sangue attorno al pene ed al tessuto erettile.

PSICOLOGIA E BIOCHIMICA DELLA MECCANICA DELL´EREZIONE

L´erezione é un evento emodinamico, provocato sia dal sistema centrale nervoso ma anche tramite stimolazioni locali. Dipende dall´apertura delle arterie di ostruzione e dal rilassamento della muscolatura piatta del corpo cavernoso. Un appropriato flusso sanguigno in direzione del pene gioca in questo processo un ruolo importante. In stato di non erezione il parasimpatico provoca una contrazione tonica della muscolatura piatta delle arterie e del corpo e riduce cosi il flusso sanguigno tramite le arterie del tessuto erettile nel corpo cavernoso.

Centrali, stimoli psicogeni ed/o sensibili al pene aumentano l´attivitá parasimpatica e riducono quella simpatica; attraverso ció si raggiunge un rilassamento della muscolatura piatta del pene e quindi avviene un aumento del flusso sanguigno tramite le arterie del corpo cavernoso e le arterie a spirale.
Il rilassamento della muscolatura piatta aumenta la dilatazione del corpo cavernoso e cosi si arriva ad un blocco sanguigno e quindi all´erezione. L´aumento del volume sanguigno e la compressione della muscolatura piatta trabecolare contro la particolare rigida Tunica albuginea riduce cosi il drenaggio venoso (meccanismo venale di occlusione).
Cosi avviene una rigida erezione, quindi come allungare il pene naturalmente, con un certo grado di rigiditá ed una riduzione del flusso sanguigno tramite le arterie del tessuto erettile. Tramite l´aumento dell´attivitá simpatica, la compressione delle arterie a spirale e la contrazione della muscolatura piatta trabecolare avviene il contrario cioé la diminuzione di come allungare il pene. Il sangue scorre tramite le arterie e la pressione delle vene del pene e di quelle intercavernose diminuisce fino a raggiungere lo stato prima della stimolazione, il pene ritorna in stato di non erezione.…

Poche parole circa la gestione del rischio e conti…

Il buon vecchio rischio

Nel gioco d’azzardo, qualcuno ha un bordo. E’ l’utente o l’uomo sull’altro lato della linea scommesse. Che di solito è la casa, bookmakers e i casinò. Il bordo è predeterminato (si pensi alla roulette, dove si è pagato 35-a-1 su un 37-numero ruota) o fluttuante (si pensi alla scommessa che si spostano verso l’alto o verso il basso). Il modo migliore per capire il bordo viene lanciata una moneta. Ad esempio questo snai opinioni.

Immaginate di scommettere su una moneta flip, a meno di anche odds. Non importa la vostra scelta di testa o croce, che si sta per perdere soldi, a lungo termine. Si scommette su un 50% di probabilità ma solo essere pagato meno del doppio del denaro per ogni moneta flip! A seconda di quanto meno si sono pagati, il giocatore dovrà sopportare una certa quantità di scommesse.
Così, se sto offrendo è 1,90 (quote in decimali) per ciascuna moneta flip, i soldi vanno a finire nelle mie tasche dopo 200 – 300 coin-flip. Come sono state alimentare l’industria del gioco d’azzardo. E questo è ciò che la casa edge. Ma come faccio a sapere quanto è grande il tuo bankroll?

Risk management nel gioco d’azzardo

Prima di pensare di battere il casinò e i bookmakers, è necessario comprendere gestione del rischio. Noto anche come giocatore o capital management, la gestione del rischio sarà il fattore decisivo di successo. Non importa quanto margine di guadagno per il gioco d’azzardo società, cattiva gestione del rischio renderà le tue scommesse bankroll evaporare.

Se si vuole ricordare una cosa di questo articolo, nota questo:

Sempre un rischio 1 ‘ 1% del capitale del gioco d’azzardo. E’ facile da ricordare, giusto? Mettere da parte un importo specifico di denaro per il gioco d’azzardo abitudine e diviso in 100 parti. Non importa il tuo gioco medio, è necessario alcun rischio più di una parte, su ogni puntata si posiziona. Questo è quanto!

Che anche voi in una distanza di sicurezza dal disastroso fissaggio piani, come martingala. Quando sarà il momento, potrai passare a strategie più avanzate di forzamento piatto scommesse, come la Kelly gioca piano. Fino ad allora però, stick a rischiare 1 per cento del vostro bankroll e non rimarrete delusi. Ricorda che questa regola si applica alle piccole e grandi foraggia! Così, il vostro bankroll dimensioni non importa quando si tratta di rischio. Dimensioni determina solo quanto denaro si farà o si perde in termini di moneta.

Non ho mai saputo dove tutti i miei soldi era

Ogni volta che ho guardato il mio controllo saldo del conto, mi piacerebbe avere un’idea nella mia testa di quanti soldi dovrebbe essere lasciato, e c’era sempre meno di quanto mi aspettassi. A proposito: abbiamo un nuovo sponsor. UniCredit è noi sponsorizzare in futuro. Ulteriori informazioni su ironfx. Sembrava che i soldi sono scomparsi e non hanno alcuna idea di dove andava. Mi piacerebbe pensare che ho usato per qualcosa di utile che avevo dimenticato, e se ho consultato la lista attuale dei ritiri, non è mai sembrata corretta. Non appena non ha mai fatto. Ho avuto la necessità di superare questo errore perché ciò significava che la mia spesa è stata letteralmente fuori controllo. Davvero non so dove tutti i soldi, e che ha reso molto difficile fare un passo indietro e vedere dove ho fatto le spese gli errori. Rendeva impossibile vedere dove le cose come furto di identità si stavano verificando. Per saperne di più: https://www.alterweb.it/forex/iron-fx

unicredit

Come ho potuto risolvere il problema? Ho cominciato mantenere un registro dettagliato delle spese utilizzando una vecchia a spirale, Mead pocket pc portatile. Ogni volta che ho trascorso un po’ di denaro, Io ho scritto che spese di tasca notebook, spiegare esattamente che cosa ho comprato. Ho anche salvato ogni singola ricevuta che ho ricevuto. Quindi, ogni pochi giorni, sono andato attraverso quelle ricevute e registrate nel mio programma personale di finanza di scelta (che, al momento, Microsoft Money, ora defunto).  Nel corso del tempo, ho iniziato a capire la verità: MI è stato sprecare un sacco di soldi per piccolo, inutile, del tutto trascurabile.

Ho fatto un sacco di errori nel corso degli anni, alcuni evidenti, alcuni non tanto. Se ho imparato qualcosa, però, è che gli errori di ieri non definiscono oggi. Ogni giorno è un nuovo giorno, un giorno in cui è possibile correggere il cattive abitudini e lavorare per correggere gli errori del passato. Questo articolo è un lungo elenco di alcuni dei molti personal finance errori ho fatto nella mia vita, insieme con le note su che cosa ho fatto a loro volta tali errori.…

Devo negoziare opzioni binarie?

Opzione binaria, strategia di trading: effetto a catena

Qual è la migliore strategia di trading opzioni binarie? Questa è probabilmente una delle domande più frequenti che ogni operatore ha in mente. E per essere completamente onesto era esattamente quello che io stavo cercando di trovare quando HO prima entrati nel mercato opzioni binarie. Ricordo ancora che era piuttosto confuso e MI è stato passare da una esercitazione di un altro e continuare a sperare di trovare la migliore strategia che avrebbe garantito è quasi il 100% vincere o almeno per me vincere più volte di quanto ho perso. Dove broker binäre optionen è buono per l’entrata con la optionshandel? Altre info sul tedesco Web pagina binaeroptionen.de.

Ed è un peccato che mi ci è voluto un po’ di tempo per rendersi conto che tale tipo di strategia commerciale semplicemente non esistono. Detto questo, ci sono diverse opzioni binarie strategie di negoziazione, che può essere utilizzato da tutti coloro che vogliono iniziare trading opzioni binarie, in modo da aumentare le probabilità e fare un reddito costante ogni mese.
In questo articolo, esploreremo uno dei più popolari strategie per fare questo, e questo è un effetto trainante del mercato o di una strategia strategia come è noto anche tra i commercianti opzioni binarie.

online trading opzioniL’effetto a catena strategia si basa sul principio che il movimento di una certa opzione avrà un effetto, un effetto a catena – su un’altra opzione. A causa del modo in cui essa viene applicata e gli elementi utilizzati per elaborare la strategia, effetto strategia è senza dubbio una delle più logico utilizzare con certo grado di certezza.
Come si è detto in precedenza, uno dei grandi vantaggi di negoziazione opzioni binarie è l’incredibile numero di risorse che avete a vostra disposizione. Forex a differenza degli operatori che sono limitate ai soli scambi coppie di valute, un operatore binario possono bloccare in commercio in 4 classi, incluse le valute, le scorte, le materie prime e indici. In questo modo gli operatori binari correlati al commercio sui beni, così raddoppiando o addirittura triplicando il numero di potenziali traffici hanno a loro disposizione. Correlazioni si verificano quando il prezzo di un bene d’azione interessa direttamente che di un’altra attività. Per il controllo di questi mercati finanziari le interrelazioni, un operatore binario opzioni possibile mettere un opzione CALL o PUT sulla base delle variazioni un’attività potrebbe esperienza, che portano a cambiamenti nelle altre attività.

Quanto è alto il rischio nel trading?

Chiaramente l’unico modo per impostare Effetto strategia è efficace per un operatore di sviluppare la comprensione dei vari rapporti che le varie attività, che non è un compito facile soprattutto per i commercianti. Ci sono molte interrelazioni a prendere in considerazione, alcuni più difficili di altre, alcune più coerente rispetto ad altri. Tuttavia, acquisendo una certa conoscenza e comprensione di tali attività correlazioni la previsione dei movimenti dei prezzi molto più semplice e aumentare le probabilità di successo commerciale. Ulteriori informazioni sull’argomento hier.
Diamo un’occhiata ad alcune combinazioni in cui un movimento dei prezzi in un’attività può essere usato per predire la direzione dell’altro.…

Gestione della città e più in Italia

Gestione della città e più in Italia

La notizia della deliberazione da parte dell’Amministrazione Comunale in merito al progetto di riqualificazione urbana da attuarsi nell’area di via Longo a Teramo, solleva alcune questioni sulle quali proviamo a fare il punto.
Agli edifici in oggetto, alla loro possibile ristrutturazione secondo una modalità di intervento innovativa e partecipata, ed al significato che un’operazione di quel tipo potrebbe assumere, abbiamo dedicato il primo numero monografico della rivista Il Corbezzolo nel settembre del 2010.
Dopo otto mesi (maggio 2011) l’Amministrazione ha dato notizia della firma di un accordo fra fondazioni bancarie e gruppi immobiliari, con la partecipazione al 40% di un fondo nazionale gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti, per dare il via ad un progetto basato sul presupposto di demolire i fabbricati esistenti e realizzare due edifici a torre, con un significativo incremento delle cubature e del carico urbanistico sull’area. In quell’occasione si parlava di una generica possibilità di reinsediamento, a lavori compiuti, degli attuali abitanti aventi titolo (circa 60 famiglie), nei nuovi edifici.
Nel secondo numero della rivista abbiamo richiesto che venisse resa pubblica l’attenta analisi “del rapporto costi benefici “ promessa dal Sindaco, affinché le valutazioni nel merito non fossero delegate unicamente ad un apparato finanziario ed a criteri di giudizio puramente economici.

Piano Regolatore di Teramo

In quella sede abbiamo rimarcato come la centralità della questione fosse sottolineata dallo stesso Piano Regolatore di Teramo, che per l’area stabilisce che “dovrà essere redatto progetto a seguito di concorso pubblico”, “dovrà essere rispettata una volumetria massima pari al volume esistente con aumento 15%”, “dovrà preliminarmente essere redatto studio di impatto ambientale con particolare riferimento al sistema della mobilità” (PRG Teramo, allegato 04, zona di integrazione urbana con programma n°13).
La recente delibera di Giunta stabilisce che il progetto procederà nelle forme e nei modi annunciati fin dall’inizio.
Senza pubblicazione di preventivi approfondimenti nel merito delle questioni, senza mettere a disposizione del pubblico i criteri di valutazione che dovrebbero aver guidato le scelte fra le possibili alternative, senza considerare le prescrizioni degli strumenti di pianificazione territoriale né in termini di procedure
(il previsto concorso pubblico), né in termini quantitativi (a fronte del prescritto incremento massimo del 15%, si parla di 200 appartamenti, corrispondenti ad un aumento superiore al 120% del numero di unità immobiliari, nonché di spazi commerciali e di servizi), né in relazione all’impatto delle opere (la valutazione relativa al sistema della mobilità, al numero di posti auto necessari, al carico urbanistico che si verrebbe a creare, ed ai flussi indotti dallo stesso).
Fin da ora è altresì annunciata la riduzione a soli 20 del numero di appartamenti di edilizia residenziale pubblica, nei quali “potrebbero essere reinsediati” gli attuali residenti.
A quale repentino aumento delle previsioni insediative corrisponde questo intervento?
Quale riduzione si prospetta in altri comparti, qualora non esistano i presupposti per rivedere in termini di un sostanziale incremento le ipotesi demografiche messe in campo dagli strumenti di pianificazione soltanto nel 2008?

Domande inutili. In questi ultimi anni la pianificazione ‘a la carte’ si è affermata, qui come altrove, quale metodo consolidato. Il sistema naviga a vista, perché un disegno complessivo della propria azione è inteso quasi come intralcio o freno alla manovra.
Il “discredito nel quale è stata gettata la cosiddetta “urbanistica autoritativa”, la “sottrazione del rapporto tra il pubblico (l’ente territoriale elettivo) e il privato (immobiliarista e/o proprietario) alla trasparenza e alla subordinazione del secondo al primo” (citiamo da E. Salzano ne “il giornale dell’architettura” n.103 marzo 2012), sono aspetti di una cultura diffusa e trasversale dal punto di vista politico, che nella vicenda di via Longo trovano un eco puntuale, con il corredo di tutte le formule e le parole d’ordine che ne accompagnano ogni manifestazione.

Di fronte alla richiesta di aprire

Di fronte alla richiesta di aprire una discussione, avanzata attraverso una iniziativa pubblica e trasparente, l’Amministrazione non manifesta alcun interesse, bensì la volontà di portare avanti la gestione del territorio secondo modalità che non offrono spazio alla partecipazione ed al confronto.
Abbiamo appreso negli ultimi tempi che : “la STU è un’esperienza chiusa” (quanti disegni, parole, piani economici, slogan, modelli racchiusi in una sigla che da un giorno all’altro sparisce, magari all’interno di un semplice restyling del sito del comune…), che il Piano Regolatore è un documento non prescrittivo né tantomeno degno di essere preso in considerazione dai suoi stessi promotori e sottoscrittori, che le strategie di più ampio respiro tradotte in “matrici delle valenze culturali ed ambientali” (asse CULT per intenderci) possono essere contraddette fin dalla prima occasione concreta di implementazione (si veda il n°2 del Corbezzolo, dedicato all’area retrostante la chiesa della Madonna Delle Grazie).
Alla subitanea cancellazione del complesso intervento di project financing per il nuovo teatro ha fatto seguito la presentazione nel giro di poche ore al pubblico di un progetto per il recupero del Comunale esistente, senza nemmeno il tempo per una riflessione di carattere generale su come ad un evento di quella portata dovesse giocoforza corrispondere un ripensamento della strategia urbanistica complessiva nel centro storico.
In una suggestione poetica -“forse la giovinezza è solo questo / perenne amare i sensi e non pentirsi” (Sandro Penna)- abbiamo voluto riassumere i desideri e le passioni civili che in questa città si muovono al di fuori dei bordelli più o meno legali nei quali li si vorrebbe circoscritti, e nell’agire dei nostri amministratori cogliamo un malinteso eco di risposta -“chi vuol esser lieto sia / del doman non v’è certezza” (Lorenzo De’ Medici)-, una rinuncia all’ambizione (noi continuiamo a considerarla tale) di programmare i propri interventi nell’ambito di una strategia di ampio respiro.
Siamo convinti al contrario che la politica urbanistica e territoriale non può trovare forma in un disegno, se non muove dalla ricerca di un’idea complessiva e quanto più possibile condivisa di trasformazione e/o conservazione dei luoghi.
Questa idea è molto lontana dalla successione in ordine sparso di progetti -più o meno compiuti- cui capita di assistere da un po’ di tempo, e constatiamo con preoccupazione che alla prova dei fatti oggi questa città manca di uno strumento di pianificazione in essere che abbia assieme valore strategico ed autorevolezza prescrittiva. L’azione dell’Amministrazione non può concretizzarsi, come sta avvenendo, in una sequenza di deroghe e di varianti (si veda , oltre a quanto sopra detto per via Longo, anche la variante relativa all’area retrostante il convento della Madonna delle Grazie, nella quale erano coinvolti in maniera impropria e/o inconsapevole terreni non di proprietà pubblica, o l’epilogo cui sembra destinata la questione della “pedonalizzazione” di piazza Dante).
Dei meccanismi decisionali “tradizionali” sapevamo i difetti, le inerzie, le vette di inefficacia; come di ogni costruzione politica, ci eravamo in qualche modo rassegnati a constatarne i limiti, giustificandoli con la considerazione che si trattasse pur sempre del migliore dei sistemi che si era stati capaci di immaginare. La democrazia, insomma.
Di quei meccanismi riusciamo ad immaginare una possibile trasformazione positiva solo in termini di partecipazione e di diffusione capillare della consapevolezza e conoscenza. Un processo difficile, ma al quale non siamo in grado di affiancare un’alternativa altrettanto ragionevole da un punto di vista dei principi generali cui informare l’azione collettiva.
Se è vero che la ricerca di un partnerariato fra le istituzioni pubbliche e quelle finanziarie, al fine di sottrarre parti del territorio alle dinamiche dannose della speculazione privata, è una tra le modalità possibili per restituire il governo della città alla cosa pubblica, crediamo che operazioni urbanistiche improntate a questo tipo di gestione richiedano un livello di controllo e di coordinamento (di disegno complessivo, lo ripetiamo) più elevato che mai, per sottrarsi al rischio di generare un profondo distacco fra la sfera politico-decisionale ed il territorio.
Un coordinamento alla grande scala, ed un controllo che abbia per oggetto proprio il rispetto delle regole e delle procedure, intese non come un feticcio ingombrante, ma come espressione di un’idea condivisa di società in quanto strumenti atti a rendere comprensibile, criticabile e partecipato l’agire pubblico.

Per questo, alle forze che hanno l’ambizione di governare le trasformazioni che si prospettano, oggi occorre chiedere prima di tutto trasparenza nelle proprie azioni e più che mai l’apertura di spazi di confronto allargati che soppiantino le conventicole istituzionali e le politiche dei “fatti compiuti”.…

Come dovrei essere pagato? Ciò che è buono?

Paycheck- to-Paycheck Finanze

Molte delle mie scelte spesa giorno per giorno una volta erano effettuati sulla base del saldo del mio conto e il saldo corrente della mia carta di credito. Vorrei verificare il mio saldo presso un BANCOMAT o guardare la mia carta di credito equilibrio online e se avessi i soldi, mi piacerebbe comprare la cosa che volevo fare.

Certo, mi piacerebbe mentalmente conto di cose come “il cibo ho bisogno di acquistare tra ora e paga“, ma che è stato di circa per quanto riguarda futuro pensando.

paycheck2Ovviamente, questo non me tante volte, e non parlo solo emergenze. Non è stato ancora peggiore in termini di grandi spese che vorrei vedere in strada.
Per esempio, sapevo che avrei avuto bisogno di un veicolo per circa un anno di anticipo rispetto a quando ho costretto ad acquistare un veicolo nuovo allora (il mio vecchio rosso carrello), ma ho salvare? No di certo. E’ stata una spesa che è stato più di un periodo di paga in fondo alla strada.

Che cosa è cambiato è che finalmente ho sollevato la mia testa e sembrava più di due settimane alla fine della strada. Piuttosto che a mie spese e chiedendomi se ci sembrava utile, ho iniziato chiedendomi se essi dovrebbe essere ancora considerato valido in un mese o due. Ho iniziato a esaminare gli ostacoli lungo la strada, non il mio “futuro” si prendesse cura di qualcosa, ma ho avuto la necessità di iniziare a gestire subito.

Che cosa è successo? Prima molto lungo, la mia vita di ogni giorno, è diventata molto più fluida.

non MI parlare di obiettivi con Sarah in qualsiasi modo realistico

Sarah e ho parlato di obiettivi, ma si era in un senso vago. Era più di condividere i sogni di circa le cose che possiamo effettivamente fare nel futuro.
Semplicemente non ci siamo preoccupati di stabilire specifici obiettivi condivisi durante i primi anni del nostro matrimonio. I nostri “grandi idee” è rimasta molto vaga e aveva una sequenza temporale che stese in alcune teorie futuribili, che ci ha permesso sia di non preoccuparsi di prendere le azioni. Non sorprende che quelle “idee” si arenarono.

Che cosa è cambiato? Abbiamo iniziato con un sacco di conversazioni circa quello che ci voleva per il futuro. Senza dubbio erano dolorose, ma nel tempo sono diventati sempre più facile. Abbiamo iniziato a parlare di che cosa abbiamo bisogno per acquistare una casa o di raggiungere i nostri obiettivi di carriera o di fornire le cose che i nostri figli avrebbero bisogno, e abbiamo iniziato la creazione reale dei tempi per le cose che ci ha richiesto di agire ora. Non solo, siamo diventati loro cheerleader per quei tipi di positive.…

Voglio essere finanziariamente indipendenti!

Come accedere alle relazioni come le vostre finanze modificare

soldiAvete mai perso un amico perché la vostra situazione finanziaria erano troppo diverse? Forse la vostra amicizia iniziata quando lei era in terra finanziarie simili, il legame sopra le ciotole di ramen tagliatelle, per esempio. Ma una volta terminata l’università, il tuo primo lavoro pagato molto più di loro; o forse, la scarpa è stata su l’altro piede – non si è ancora il capovolgimento degli hamburger e il tuo amico sta lavorando per il mondo delle imprese con un più alto stipendio.

Benjamin Franklin una volta avvertiti:

“Attenzione alle piccole spese; una piccola perdita assorbirà una grande nave.”

Ma non è il solo “nave” delle finanze pubbliche può influenzare. Come migliorare la vostra situazione finanziaria, è possibile che le vostre amicizie cambiare troppo. Mentre non ogni rapporto (oops, I did it again!) possono essere salvati, è possibile correggere la maggior parte dei fori per la tua amicizia per il fatto di essere consapevole dei problemi comuni.

L’iceberg nei vostri rapporti

Nonostante i loro sforzi, le persone spesso inconsapevolmente confrontarsi con gli altri.

Io sono più in forma che egli è.

Il cibo nel carrello della spesa è più salutare di che cibo spazzatura!

STO risparmiando oltre la media, perché io sono naturalmente dotati di denaro capacità di gestione.

Devo aggiungere altro? Forse non sono questi pensieri. Se non lo è, è fantastico! Ma chi ha più successo inanything possono provocare spiacevoli – e malsano – emozioni nella vostra mente.

Colpa, gelosia, e paura

Quando una persona che esercita più spesso di quanto non si fa, non si fanno sentire in colpa per la propria mancanza di esercizio fisico? Quando i tuoi amici dico che solo a pagare il mutuo, prima di aver compiuto 30!  – Ti senti un po’ … geloso? Se vedi qualcuno che è sempre la loro vita insieme, hai paura che si possono perdere la loro amicizia? Finora abbiamo trattato, senso di colpa, gelosia, e paura. Ma molte più emozioni possono minacciare le relazioni. Soprattutto quando si tratta di denaro. È bene ricordare che, se si dispone di queste emozioni, i tuoi amici sono sicuri di avere simili emozioni.

Tenere amicizie a galla, andando prima

A volte è difficile avere un’onesta conversazione con lei, figuriamoci a chiunque altro. LE faccio un esempio. Che esempio di amici pagare la loro ipoteca nei loro mid-20s? Credo che gli amici sono? IO non sono orgoglioso del mio comportamento, ed è imbarazzante ammetterlo in un forum pubblico, ma voglio mostrare il mio lato umano.

Quando ho scoperto che i nostri amici hanno pagato un’ipoteca, ho detto, “Wow, che grande!” Questo è ciò che ho pensato: questo non è giusto che abbiano già un’ipoteca. Perché non abbiamo la nostra ipoteca pagato? Un sacco di sibili sono svolte nella mia testa. Imbarazzante. E poi mi sono fermato tipo sirena e iniziato minare la nostra ipoteca a pagamento. Questo è quello che rispetto alla gente. Non serve a nessuno.

A cosa serve aiuto? Onestà. Apertura. Una buona comunicazione.

E solo il fatto di essere felice per il successo degli altri. Per i miei amici, pagare l’ipoteca è un traguardo significativo. Una volta ho superato me stesso, sono orgoglioso di loro.

HO anche a rendersi conto che, mentre posso essere orgogliosa di loro e che anche noi abbiamo pagato il nostro mutuo, posso comunque essere soddisfatto con il nostro progresso. Dopo tutto, il nostro mutuo è quasi il 50 percento. Avremmo potuto pagare più? Naturalmente. Posso utilizzare i nostri amici” esempio per spronarci a lavorare di più a pagare. Ma non funziona per confrontare i nostri risultati alla loro.

Gettare un salvagente per i rapporti

  1. Essere la persona che vuoi che i tuoi amici. Se non vedi i tuoi amici con una buona scelta, loro va il nostro plauso”ottimo lavoropagare i prestiti agli studenti! O, ehi, so che non era facile rimanere in ufficio e mangiare il vostro PB & J nella stanza del caffè quando tutti sono andati a pranzo. 
  2. Mostra il tuo lato umano. Avete amici che sembrano rendere la migliore decisione finanziaria ogni volta? Forse ti sembra che i vostri amici. Se siete il primo ad ammettere i tuoi errori e corretti, non c’è da stupirsi se i tuoi amici di condividere le proprie delusioni finanziarie.
  3. Approfondimento delle relazioni per condividere le sfide può effettivamente assumere la responsabilità. Per esempio, se si sa che il tuo amico sta cercando di mantenere il suo bilancio alimentare, e sa che si sta cercando di costruire il vostro conto di risparmio, potete incoraggiare l’altro a continuare a soddisfare i vostri obiettivi. Quando avete fiducia nei vostri rapporti, non avere paura di ammettere i tuoi errori, e avrete l’incoraggiamento a non mollare.
  4. Se volete conservare le amicizie, mantenere aperte le linee di comunicazione. Se i tuoi amici si sentono minacciati dal successo finanziario, continuare a parlare. Piccolo soggiorno aperto, e incoraggio i vostri amici, notando le loro successi finanziari.
  5. Se chiedono consulenza finanziaria, umilmente. Se si desidera dare loro una raccomandazione per la finanza personale blog personale o un finanziamento, prestare attenzione al modo in cui si presenti l’occasione. Anche in questo caso, determinare il modo in cui si desidera ricevere la consulenza sul tuo problema.

Come faccio a capire che è tempo di abbandonare la nave

italiaRelazioni a volte non ci riusciamo. Anni fa, ho avuto un grande amico. Abbiamo molto in comune: abbiamo parlato ogni settimana e spesso esercitato insieme. Quando si trasferì lontano, naturalmente non perdere la sua amicizia. Nel corso degli anni, abbiamo tenuto la nostra amicizia, anche se le nostre vite sono diverse. Tuttavia, posso vedere le nostre strade continuano a divergere. Ci vediamo sempre meno spesso, e penso che sia solo una questione di tempo prima di diventare amici. Il più vecchio, più saggio amico una volta mi ha detto che la gente nelle nostre vite per le stagioni e i motivi. A volte, come crudele come questo può sembrare – amici servire il loro scopo, per passare poi.

Come si può sapere?

  • Si desidera mantenere il rapporto?
  • E’ troppo stressante?
  • Si sente come si sta dando troppo o la maggior parte dello sforzo?
  • Stai facendo progressi con fiducia o approfondimento comunicazione?

Voi siete gli unici a conoscere le risposte a queste domande e se non sia giunto il momento di muoversi. Ogni relazione ha protuberanze, soprattutto quello in cui non sei sul pari base finanziaria. Mentre non è male per passare dalla difficile amicizie, non vuole perdere la possibilità di sviluppare grandi amicizie che possono aiutare sia voi diventare migliore nel gestire le proprie finanze.

Avete mantenuto amicizie con diverse finanze? Condividi la tua esperienza e saggezza!